Stanchezza, astenia: le cause possibili e gli aiuti naturali – 1° parte

Sentirsi stanchi è normale. Succede molto di frequente con i cambi di stagione, ad esempio, o durante i periodi di forte stress.

La stanchezza non è una malattia di per sé, ma può essere il sintomo di una patologia, l’effetto collaterale di un farmaco o la conseguenza di uno stile di vita errato.

Importante è ricordare che a seconda del momento della giornata e/o dell’anno in cui arriva la stanchezza diversi sono i rimedi naturali adatti.

LE POSSIBILI CAUSE

La sensazione di fatica, di stanchezza, di sonnolenza, è spesso un campanello d’allarme che l’organismo utilizza per segnalarci che qualcosa non sta funzionando come dovrebbe.

  1. Emozioni

Le preoccupazioni e altre condizioni psicologiche possono spesso causare stanchezza. Ad esempio l’ansia può essere legata all’insonnia. Gli attacchi di panico, la depressione, i lutti, lo stress in generale (per esempio per problemi finanziari o personali, come un divorzio), la noia sono tutte fonti di stanchezza emotiva e fisica.

  1. Stile di vita

Uno stile di vita sbagliato può avere un concreto impatto sull’energia disponibile: restare svegli troppo a lungo la sera, consumare in modo eccessivo caffeina e/o di alcool, avere una alimentazione ricca di cibo-spazzatura.

Anche un peso significativamente diverso da quello ideale può essere causa di affaticamento, sia in caso di sovrappeso (a maggior ragione se si è vicini all’obesità) che di sottopeso. Un importante sovrappeso rende qualsiasi attività, anche se banale come camminare, molto più faticosa per l’organismo e la stanchezza si accumula più facilmente. Nel caso di importante sottopeso l’organismo potrebbe essere carente di scorte di energia e segnala queste difficoltà attraverso una costante sensazione di astenia.

  1. Stanchezza invernale

Moltissime persone patiscono i lunghi periodi invernali, a causa della riduzione delle ore di luce; con l’accorciarsi delle giornate i ritmi circadiani dell’organismo possono venire alterati con un aumento della produzione endogena di melatonina che si traduce rapidamente in un aumento della sonnolenza.

  1. Sprechi di energia

È possibile individuare alcune cause nascoste in grado di influenzare sensibilmente la nostra riserva di energia giornaliera, vediamo quali sono:

  • Immobilità protratta: anche se stiamo guardando la TV o leggendo un libro, è consigliabile cambiare periodicamente posizione e magari anche fare qualche passo; l’organismo associa l’immobilità al sonno e così riduce attenzione, voglia di fare, …
  • Chiudersi in casa: ridurre eccessivamente l’esposizione al sole e all’aria esterna ha un concreto impatto sulla produzione ormonale e può causare astenia (oltre a causare carenza di vitamina D per insufficiente esposizione solare).
  • Ansia e stress: vivere costantemente in tensione è causa di aumento del battito cardiaco, aumento della pressione sanguigna e tensione muscolare, tutte attività che si traducono in un enorme e inutile dispendio energetico.
  • Eccesso di esercizio fisico: l’attività fisica, superfluo dirlo, è consigliata a tutti perchè migliora l’umore, riduce il rischio cardiovascolare e fa stare bene. Esagerare, come tutte le cose, è però controproducente e può impedire all’organismo di recuperare.

Se desideri utilizzare metodi naturali per liberarti della stanchezza cronica contattami

Se desideri approfondire i rimedi naturali per la stanchezza cronica clicca qui